Osteria del Matto

osteria-del-matto

All’ingresso trovi un cartello che ti saluta più o meno così: “se non bevi vino non puoi entrare”. All’interno musica jazz e pareti che ti parlano: pinocchi, maschere, burattini, stampe, fotografie e disegni. La luce è fioca e dal soffitto scendono aglio, palle di Natale a Marzo, tappi di bottiglie bevute un tempo. Il menù e fisso quanto buono. Abbiamo mangiato stufato, lenticchie con salsiccia, insalata di farro, salumi, bruschetta con pomodori e capperi, pasta fatta in casa. Ma non vi garantiamo che avrete il nostro stesso menù, perché dipende da una serie di variabili non controllabili prima fra tutti l’umore di chi cucina. L’unica scelta che vi sarà data di fare è tra vino bianco e vino rosso. Ogni tanto la mamma esce dalla cucina per prendere una boccata d’aria e controllare che le sue creazioni siano apprezzate dai commensali. L’esperienza di un pasto qui è il carnevale del gusto. Se siete oppressi dal tempo o dalla dieta e volete mangiare in tranquillità senza che nessuno vi interrompa allora desistete perché questo posto non fa per voi. Per tutti gli altri avventurieri se passate da Spoleto, magari in questo periodo in cui si festeggia il Festival dei due mondi, fermatevi subito!

Annunci

Pubblicato il 20 settembre 2013, in Food & Drinks con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: